La paura dei nuovi inizi

Cerco sempre di fare ciò che non sono capace di fare, per imparare come farlo.
(Pablo Picasso)

Spesso, il mese di settembre coincide con l’inizio delle nuove avventure: magari le scuole elementari o le scuole medie, l’università o un cambio di lavoro.

In queste occasioni la paura potrebbe essere la nostra fedele compagna e potremmo addirittura decidere, inconsciamente, che sia proprio lei a prendere il sopravvento e a decidere per noi.

Per evitare di darle pieni poteri ed essere noi i responsabili della nostra vita ecco qualche suggerimento che fa per te.

  1. Accetta l’essere principiante: goditi la possibilità di poter tornare guardare il mondo con gli occhi da bambino. Datti tempo, assecondati con pazienza, trattati con gentilezza, NON giudicarti, non condannarti alla competizione con gli altri, concediti la possibilità di sbagliare e credi in te stessa e nella motivazione per cui hai deciso di provare ad iniziare questa nuova avventura.
  2. Sì al confronto sano! Confrontarsi con gli altri, specie con persone molto più esperte di te, non ti farà sentire meglio, anzi! Ti sentirai scoraggiata e sfiduciata nelle tue capacità. Per stimolare un confronto sano con te stessa segna su un quaderno un grado, ad esempio su scala 10, delle tue competenze nello svolgere quella determinata cosa; aggiornarlo settimanalmente ti aiuterà a monitorare i tuoi progressi e, di conseguenza, aumentare la stima che hai nei tuoi confronti. Monitora così i tuoi progressi e stai focalizzata su di te!
  3. Modifica il tuo “minset”, la tua attitudine mentale. Se pensi che principianti non siano da ammirare, che tu sia un’incapace in confronto al tuo collega che fa da molti anni il tuo lavoro, prova a correggere la tua prospettiva!
    Sentiti coraggiosa per aver iniziato la tua nuova avventura, datti una pacca sulla spalla per aver deciso di “buttarti” nonostante la tua paura e/o preoccupazioni. Fatti un regalo per esserti concessa di sperimentare!   
  4. Utilizza la scrittura per alimentare la tua visione. Prenditi del tempo durante la giornata per visualizzarti già capacce di fare l’esperienza che hai incominciato ora e segna su un quaderno apposito le sensazioni che percepisci da questa visione. Come ti senti quando superi con successo il primo esame universitario? Come ti senti quando entri in casa e trovi il tuo bambino dopo aver superato elegantemente la prima settimana lavorativa dopo la maternità?
    Mi raccomando, arricchisci la tua visione di più dettagli possibili, e ricorda…

  Dove va il pensiero va l’energia!

  • Suddividi in tuo obbiettivo (il BIG DREAM) in diversi step. Il 100% di una torta è composto da 10 piccoli step dal 10%, ovvero una fetta. Al raggiungimento di ogni piccolo step premiati!

Per concludere, voglio salutarti con una frase che mi ha sempre ispirato, spero che sia così anche per te:

Il futuro appartiene a coloro che credono nella bellezza dei propri sogni.
(Eleanor Roosevelt)

Ti potrebbe interessare anche:
https://silviaobertonaturopata.it/fuori-dalla-comfort-zone-inizia-il-successo/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Inizia a scrivere il termine ricerca qua sopra e premi invio per iniziare la ricerca. Premi ESC per annullare.

Torna in alto

Privacy Preference Center

Necessary

Advertising

Analytics

Other