Il tempo che dedichi a Te


Ci sono momenti in cui vale il principio delle tre a: ascoltarsi, accettarsi, amarsi

Il tempo che dedichi a te può migliorare la qualità delle tue giornate. Di conseguenza, se tu stai bene anche gli altri possono contare sul tuo aiuto.

L’influenza della società

Al contrario, siamo figli di una società in cui “il tempo è denaro” ed è velatamente vietato “sprecarlo” e, se dedichi del tempo a te stessa, risparmiandolo agli altri, i sensi di colpa molto probabilmente arrivano in tempi immediati.

E così, sarà capitato anche a te che non appena si aprono gli occhi la mente inizia ad affollarsi di doveri e azioni da compiere durante la giornata e, quasi immediatamente, cominci instancabilmente a fare, fare, fare fino alla tarda sera quando crolli sul divano.

A questo proposito mi permetto di condividere una riflessione, spesso data per scontata. Per riuscire ad essere in salute e, quindi, anche servizievole con gli altri è necessario stare bene con sé stessi. Per questo il sano “egoismo”, che in realtà egoismo non è, può davvero essere salutare, sia per noi e per gli altri.

Infatti, siamo spesso abituati a sentire la parola “egoismo” con un’accezione negativa così che, sentendola, le sensazioni che suscita in noi non sono piacevoli.

Sono qui per dirti che potresti considerare il tempo per te stessa come una coccola che ti fai tutti i giorni, in cui non c’è nulla di negativo.

Ecco a te qualche suggerimento per riuscire a ritagliare un po’ di tempo che dedichi a te.

Scegli il momento della giornata più consono: puoi svegliarti 15 minuti prima tutte le mattine, quando tutti dormono, o aspettare la sera.

Per far sì che venga considerato un appuntamento alla stregua di un altro, ti consiglio di segnartelo sull’agenda e prenderlo come impegno quotidiano.

Puoi iniziare a prendere qualche respiro profondo ed allontanare tutti i pensieri ed i giudizi che ti vengono in mente. Concentrati solo su di te. Sul tuo benessere. Prova a percepire la gioia e la gratitudine di questo tempo trascorso in compagnia di te stessa.

Quale attività scegliere?

Per il tempo restante scegli un’attività che possa regalarti entusiasmo: io, in base al periodo, leggo qualche pagina di un libro o mi faccio una maschera per il viso. Concediti attimi di pura lentezza, in cui la tua unica priorità dovrebbe essere rilassarti e assaporare il momento. (Qui parlavo di lentezza: https://silviaobertonaturopata.it/lentezza-mindfulness-attenzione/ )

Puoi iniziare restando in ascolto delle necessità del tuo corpo, accettandole ed assecondandole. Quindi, se la pelle del tuo viso è stanca e disidratata potresti scegliere di fare una maschera per nutrirla, ad esempio.

Potresti anche decidere di concederti un massaggio rilassante
( https://istitutonemi.com/2019/11/09/il-massaggio-olistico/ ), ad esempio. Oppure, se ti ritagli un pò di tempo prima di coricarti, puoi massaggiare tu stessa le tue gambe che, per tutto il giorno, hanno faticato.

Noterai presto che, se riesci a concederti questa pratica quotidianamente, per almeno 21 giorni sperimenterai sensazioni piacevoli che miglioreranno la qualità delle tue giornate.

Dopo qualche giorno, prova ad aumentare il tempo che ti dedichi, fino a creare un rituale personale che possa farti stare meglio con te stessa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Inizia a scrivere il termine ricerca qua sopra e premi invio per iniziare la ricerca. Premi ESC per annullare.

Torna in alto

Privacy Preference Center

Necessary

Advertising

Analytics

Other